Dive & Dame, dal sogno all’abito

DUE ABITI IN UNO
15 Dicembre 2017

La parola alla nostra stilista, Pina Rinaldi

Pina Rinaldi, stilista Dive & Dame

Pina Rinaldi, da oltre 30 anni nel mondo della moda e della moda sposa in primis. Da dove nasce la tua passione?

“È stato un percorso naturale, un cammino quasi obbligato: provengo da una famiglia in cui la passione per il modo del wedding è l’elemento che ci contraddistingue da tantissimi anni. Il passaggio dall’Accademia della Moda alla nascita del mio atelier è stato praticamente automatico.”

“Dive & Dame”: un nome che evoca immediatamente il richiamo ad un certo stile. Qual è l’idea che il tuo atelier vuole rappresentare?

Nell’evolversi della mia carriera come stilista nel tempo, ho immaginato uno scenario molto preciso: il mio riferimento sarebbe stato il lusso unito all’eleganza, tipico soprattutto di certe realtà…per me ogni donna, ed una sposa in particolare, deve sentirsi straordinaria come una diva ed elegante come una dama.

Non solo un abito ben confezionato, ma un’immagine, un’idea legata ad un momento speciale, disegnata, realizzata con passione e con cura che una volta indossata rappresenti l’unicità della donna che me lo ha richiesto.

Cosa distingue a tuo parere, il tuo atelier dagli altri?

“Per il mio atelier ho immaginato non solo una cifra stilistica precisa, ma un contesto che da sé lo avvicinasse al sogno: ho scelto per la mia clientela uno dei salotti più belli della città, dove entrando si respira da subito l’aria dell’antica sartoria napoletana e dove un team di professionisti ti accoglie per ascoltarti ed esaudire alla perfezione la tua richiesta”

Qual è la peculiarità delle tue creazioni?

Personalmente, ritengo che il materiale e la modellistica facciano il vero capo di alta moda. Prediligo le sete pure perché, come amo dire spesso, “i miei abiti passano in un anello”.

Perché consigli di scegliere un abito su misura?

Chi sceglie Dive & Dame sa che, esattamente come la mia clientela non ho mai seguito la massa, amo l’esclusivo dell’alta moda e difendo il Made in Italy

Come ti rapporti alle future spose?

Per me ogni sposa, in quanto donna in primis è assolutamente unica. Metto a disposizione il mio know how per scegliere un abito che le interpreti, che sia perfettamente in linea con il loro matrimonio e il loro sogno da sposa: potranno scegliere di acquistare abiti già realizzati con i miei bozzetti, oppure farlo nascere esclusivamente per loro.

Hai vestito davvero tante donne in occasioni diverse…Condividi con i lettori un evento che ti è rimasto nel cuore?

Sicuramente il ballo delle debuttanti, dove ho dovuto disegnare un abito che si adattasse a cento donne, che rispettasse tutti i canoni di eleganza e bon ton. Come in una fiaba, le debuttanti dovevano respirare l’aria di un’altra epoca, quella che suonava a tempo di valzer. Il loro momento straordinario è diventato la mia occasione stilistica unica”

Cosa ti manca di piú del rapporto con la clientela in questo periodo di stop forzato?

“Il mio staff, che per me è una famiglia. L’emozione di chi accompagna e consiglia la futura sposa. La sorpresa e la gioia di chi indossa il proprio sogno. Quelli che mi conoscono, sanno che non potevo restare ferma… quindi, oltre a restare costantemente in contatto con i miei clienti, sto già disegnando una collezione di accessori che sarà a disposizione di tutte le spose che sposteranno la data del matrimonio in inverno ed anche altro!

Cosa consiglieresti alle spose in questo momento?

“Io sono sempre presente, anche se per ora solo “digitalmente”: le nostre spose o future tali possono inviare mail dove risponderò in tempo reale, per le clienti che spostano il matrimonio mettiamo a disposizione una prova ulteriore più vicina alla nuova data del matrimonio restando presenti per adeguamenti a periodi e fisicità. Alle spose ed alle loro famiglie sento di poter dire che l’attesa forzata accrescerà le emozioni, rendendole ancora piu indimenticabili. E Dive & Dame, come sempre, le racconterà insieme a loro!”